ARROSTO DELLA NONNA
Ingredienti
  • 1 ARROSTO DI VITELLO
  • 4-5 PATATE
  • 1/4 DI VINO ROSSO
  • 1 DADO VEGETALE
  • SALE QB
  • PEPE QB
  • 1 CUCCHIAIO DI FARINA
  • 1 CUCCHIAIO DI FRUMINA
  • ACQUA QB
  • OLIO QB
  • BURRO QB
La ricetta
METTETE IN UNA PENTOLA DELL'OLIO, BURRO E DEL DADO FACENDO SCIOGLIERE A FIAMMA BASSA. METTETE ALL'INTERNO L'ARROSTO CON DEL VINO ROSSO E MEZZO BICCHIERE D'ACQUA. CUCINATE PER DUE ORE LENTAMENTE SEMPRE MANTENENDO LA FIAMMA BASSA RIGIRANDOLO OGNI TANTO. QUANDO LA COTTURA E' PRONTA TOGLIETELO DALLA PENTOLA E FATELO RAFFREDDARE TENENDO DA PARTE IL SUGO DI COTTURA CHE NEL FRATTEMPO SI E' CREATO. ATTENDETE PAZIENTEMENTE CHE IL SUGO SI RAFFREDDI, NEL MOMENTO IN CUI SI FORMERA' UNA PATINA BIANCA SOPRA DI ESSO SAPRETE CHE E' PRONTO, ELIMINATELA E DIVIDETE IL RESTANTE IN DUE PARTI, UNA PARTE SERVIRA' PER LA COTTURA DELLE PATATE E L'ALTRA A GUARNIRE IL PIATTO. SBUCCIATE LE PATATE E TAGLIATELE A META', PONETELE NELLA PENTOLA CON LA PARTE DEL SUGO PREPARATA IN PRECEDENZA. AGGIUNGETE SALE E PEPE CUOCENDOLE LENTAMENTE E RIGIRANDOLE OGNI TANTO. MENTRE LE PATATE CONTINUANO LA LORO COTTURA PRENDERE UN PENTOLINO E MESCOLATE FARINA, FRUMINA E UNA TAZZA DI ACQUA, AMALGAMANDOLE BENE E AGGIUNGETE POI L'ALTRA PARTE DI SUGO MESSA DA PARTE. FATE CUOCERE TUTTO MESCOLANDO RIPETUTAMENTE CON UN FRUSTINO. QUANDO SARA' BEN AMALGAMATO LA VOSTRA SALSA SARA' PRONTA, SE LO DESIDERATE AGGIUNGETE UN PIZZICO DI SALE. TAGLIATE L'ARROSTO RAFFREDDATO COSI' DA NON RISCHIARE CHE LE FETTE SI ROMPANO. PRIMA DI IMPIATTARE RICORDATEVI DI RISCALDARE LE FETTE E BUON APPETITO!!
La mia storia
A rendere speciale questa ricetta non sono gli ingredienti ne il modo di prepararla ma la passione e l'esperienza di chi la cucina, in questo caso la mia nonna Ida che, per riunire sotto lo stesso tetto figli e nipoti ad ogni occasione speciale si mette ai fornelli e sprigiona un profumino capace di attrarre come il miele per le api! Fin da quando ero piccola ogni volta che l'arrosto veniva portato a tavola, la nonna non perdeva occasione per raccontarci per l'ennesima volta la sua storia (ormai imparata a memoria), era piccola quando, emigrata a Londra andò a servire una famiglia di Lord. Lì si rimboccò le maniche e anche se la vita era dura e faticosa non mollo mai e anzi cercò di imparare più cose possibili fino a diventare la loro cuoca, a detta sua proprio per merito del suo famoso arrosto! Sono passati tanti anni, ormai 86, ma la ricetta è sempre quella e tra una parola in dialetto furlan e qualche strambolotto in inglese è lei che ci riunisce e ci fa vivere momenti indimenticabili! GRAZIE NONNA!
BARBARA, PN il 20 luglio 2018