I biscotti del campo scuola
Ingredienti

I biscotti del campo scuola

Ingredienti:

 

- 1 kg farina 00

- ½ kg. zucchero

- 220 gr. burro

- buccia grattugiata di 1 limone

- 4-6 uova intere

- 1 bustina di lievito (dose per 1 kg di farina)

La ricetta
Preparazione: Preparare la farina a fontana ed aggiungere lo zucchero semolato ed il lievito. Rimescolare fra loro. Aggiungere la buccia grattugiata di un limone e le uova ed impastare con una forchetta infine aggiungere il burro a temperatura ambiente a tocchetti (io solitamente adopero burro tedesco o delle nostre Alpi che si ammorbidisce e non si squaglia!) ed impastare con le mani il tutto. Calibrare la quantità delle uova in funzione della consistenza dell’impasto che deve risultare morbido e compatto e non appiccicoso sulle mani. La pasta ottenuta è una pasta frolla che si può adoperare anche come base per le crostate farcite di marmellata casalinga! Preparo diversi fogli di carta forno della dimensione della leccarda e su di ognuno stendo la pasta alta circa 3-4 mm. Incido con gli stampini da biscotti (fiore, cuore,…) elimino la pasta in eccedenza e distribuisco in maniera uniforme ma fra loro distanti 1-2 cm. perché poi lievitano! Sulla stessa carta forno, decoro con ciliegie candite (divise a ¼). Re-impasto e così via sino a riempire di biscottini tutti i fogli di carta forno pronte per essere infornate perché la cottura sarà velocissima ed a temperatura elevata. Infornare a forno già caldo alla temperatura max, per 3 minuti circa (appena iniziano a dorare, perché qualche secondo dopo sono già bruciati!) il forno deve essere sorvegliato: dentro e fuori in pochi minuti. Un grande contenitore pronto in cui fare scivolare i biscottini sfornati per il raffreddamento. I biscotti si conservano nei classici contenitori da biscotti rimanendo morbidi e stupendi al palato per settimane. Ci vuole il suo tempo come in tutte le cose ma il successo e la bontà sono garantiti.
La mia storia
La mia storia: Ho fatto campi scuola accompagnando bambini nel periodo estivo, ma non solo, come educatrice per oltre 20! Sono esperienze di amore che lasciano il segno, tanto che ancora oggi ne sento la mancanza. Giornate intense dove i minuti erano tutti ben scanditi e programmati sino a quando arrivava il giorno prima della partenza e tutti ci radunavamo per preparare i biscotti e le crostate che l’indomani sarebbero stati offerti dai bimbi ai loro genitori che tornavano a prenderli. Tutti mettevamo le mani in pasta, fra paciughi e impegno, modellando prima la pagnotta e ritagliando poi con gli stampini delle più improbabili forme i nostri biscotti per passare poi alla decorazione con la granella di zucchero colorate o bianche e ogni fantasia possibile! Posizionati dentro lunghe teglie di acciaio venivano cotti in un grande forno ricavato nella montagna. Ricordo ancora l’entusiasmo dei bimbi nel preparare con la gioia nel cuore quei profumatissimi biscotti e l’orgoglio del giorno dopo nell’offrirli ai loro genitori raccontando cosa avevano fatto con le loro mani! Da allora preparo biscotti e crostate per i colleghi nelle occasioni di festa. Anche in occasione del pensionamento di un mio collega ho preparato e regalato un gran barattolo di biscotti (sapevo che li adorava!).
ida, RA il 28 giugno 2018