Madeleines all’amaretto
Ingredienti
  • 200 gr. farina 00
  • 1/2 bustina lievito per dolci
  • 150 gr. zucchero
  • 2 uova
  • 150 gr. burro più 2 noci per imburrare lo stampo
  • 50 gr. yogurt greco
  • Buccia di una arancia non trattata gratuggiata
  • 1/2 bicchierino di liquore all'amaretto
  • Un pizzico di sale
  • Zucchero a velo
La ricetta
Sciogliere il burro e farlo raffreddare. In una ciotola grande unire la farina ed il lievito setacciati, aggiungere lo zucchero, il sale e la buccia d'arancia gratuggiata. In un'altra ciotola sbattere le uova con un frustino a mano o ad immersione, aggiungere il burro fuso, lo yogurt ed il liquore all'amaretto. Versare nella ciotola grande con la farina ed amalgamare bene. Distribuire negli incavi dello stampo da madeleines imburrato. Mettere in forno già caldo a 180° per 10/12 minuti o fino a che sono dorate. Dopo alcuni minuti togliere le madeleines dallo stampo e farle raffreddare. Spolverizzare con zucchero a velo.
La mia storia
Le madeleines mi ricordano i pomeriggi di studio sulla tavola della cucina durante la mia infanzia ed adolescenza. Almeno una volta alla settimana mia madre le preparava: erano i nostri dolci preferiti. Metà tavola era occupata dai miei libri, l'altra metà dalle sue ciotole, frustino ed ingredienti per prepararle. Non ci davamo fastidio: ognuna di noi era impegnata nelle proprie faccende. Aveva un vecchio stampo che le aveva regalato qualche parente che era stato in Francia e che conosceva la sua passione per questo dolce. Lei non metteva l'amaretto e neanche lo yogurt, sono varianti che ho aggiunto io, cercando un sapore nuovo e diversa consistenza. Il profumo che usciva dal forno mi faceva venire l'acquolina in bocca. Mettevo da parte i libri ed insieme a lei mangiavamo le prime madeleines scottandoci quasi la lingua. Una tazza di te, un'altra madeleine e poi io riprendevo lo studio e lei le sue cose. Non senza aver prima messo al sicuro dalle mie grinfie le ultime madeleines che erano per mio padre.
Patrizia, VE il 23 giugno 2018