Torta di riso alla frutta per piccini e grandi
Ingredienti

DOSI:

  • 250 gr. di riso, possibilmente Vialone
  • 1 litro di latte, possibilmente scremato
  • La buccia di un limone spezzettata
  • Vanillina
  • Sale, un pizzico
  • Gr. 100 di zucchero
  • Gr. 40 di burro + un pezzettino per imburrare la tortiera
  • Un po’ di pangrattato per la tortiera
  • 2 uova (anche 3 se le avete)
  • ¾ di busta di lievito
  • Frutta tipo albicocche secche denocciolate e tagliate a pezzettini o uva passa fatta rinvenire in acqua tiepida: a piacere

- (se si preferisce alla frutta la marmellata, mettere solo gr.75 di zucchero)

La ricetta
RICETTA: Cuocere il riso nel latte bollente. A metà cottura (circa 12 minuti) aggiungere i pezzetti della buccia di limone, la vanillina, un po’ di sale, lo zucchero, il burro. Cuocere molto (25-30 minuti a seconda del riso); far raffreddare e quando è quasi freddo aggiungere le uova intere. Prima di mettere il tutto nella tortiera (che sarà stata spalmata di burro e pangrattato o farina) si versano e mescolano il lievito e la frutta; se si è usata frutta tipo le albicocche, posizionarle sulla superficie, tagliate a pezzi più grandi di quelli preparati per mescolarli nel riso, a mo’ di decoro. Passare in forno a 180° per 50-60 minuti (provare con lo stecchino la cottura dell’impasto). Lasciare raffreddare e togliere dalla tortiera con delicatezza. Servirla a fette o a piccoli pezzetti tipo pasticcini.
La mia storia
La torta a base di riso l’ho preparata svariate volte con le caratteristiche più strane, in versione salata e dolce. Quest’ultima, con ingredienti anche pesanti come rhum o grappa; nocciole tritate o mandorle o pinoli; con più uova e più burro… Questa versione è nata perché nella tarda mattinata di una domenica alcuni miei ex alunni, ormai sposati e con figli piccoli, che si erano ritrovati con le famiglie per un incontro-nostalgia, mi hanno telefonato chiedendomi se nel pomeriggio sarebbero potuti passare a farmi visita, essendo il luogo del loro incontro vicino alla mia residenza. ''Ma certo!''  Ma per i bambini non avevo niente, nemmeno la farina per preparare qualche biscotto al volo. Latte ne ho sempre in casa e riso pure. Così ho pensato, visto che il tempo per prepararla c’era, alla torta di riso in formato bebè… L'arrivo della piccola compagnia è stato per me una gioia; ho conosciuto "Signore e Signori" che non conoscevo ancora e bei bambini per i quali avevo anche allestito un angolino con carta e matite. Si sono ambientati presto e passavano dal gioco ai bocconcini di torta con allegria, mentre noi "grandi" ci lasciavamo andare a ricordi e risate. Si, la torta è piaciuta ai piccoli, ed anche ai loro genitori. E non ne è rimasta nemmeno un po’. Una bella soddisfazione. …… il commento ? “La nostra proffa non si smentisce mai!!!”
Daniela, UD il 16 luglio 2018