Torta di zucca e patate dolci
Ingredienti
  • 3 hg. di zucca
  • 3 hg. di patate dolci (o patate americane)
  • 2 uova, mezzo bicchiere di latte intero
  • 3 cucchiai zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • sale
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 100 gr. di burro fuso
  • succo e buccia di un limone
  • semi di 1 bacca di vaniglia
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 2 cucchiai di uvetta
  • 1 cucchiaio di semi di zucca (non salati)
  • 2 mele a pezzetti,
  • 5 fichi secchi a pezzetti
  • Farina 00 q.b.
La ricetta
Lessare le patate dolci e la polpa della zucca, quindi frullarle. Aggiungere due uova intere, il latte, lo zucchero e tutti gli altri ingredienti. Per ultimo aggiungere la farina setacciata fino ad ottenere la consistenza di una polenta abbastanza solida. Versare su una tortiera imburrata e infarinata e cuocere in forno caldo a 170 gradi per circa un'ora.
La mia storia
Quando mia nipote Elisa mi ha parlato di questo concorso le ho detto che avevo una ricetta 'molto antica' da presentare. Questa torta è inserita nel mio quaderno di ricette con il nome di 'torta di nonna Giovanna'. Quando ero ragazza abitava vicino a casa mia una signora che tutti chiamavamo 'nonna Giovanna'. Bravissima a cucinare e bravissima a preparare questa torta di patate americane e zucca. Mi piaceva coì tanto che mia mamma riuscì ad avere la ricetta, anche se non siamo mai riusciti a prepararla con lo stesso identico sapore di quelle che lei ci offriva. Forse perché lei la cucinava sulla stufa a legna e questo dava alle torte una fragranza ed un sapore unici. Anche dal dosaggio degli ingredienti si capisce che la torta non poteva risultare uguale alla sua, nonna Giovanna non pesava gli ingredienti ma li sapeva comunque dosare in maniera perfetta e quando le si chiedeva quanta farina aggiungere rispondeva che si capiva benissimo toccando l'impasto con le mani. Alla ricetta originale è stata aggiunta solo la bacca di vaniglia. Ringrazio mia nipote che mi ha materialmente permesso di partecipare eseguendo questa iscrizione (non sono una nonna tecnologica...) e presentare così questa ricetta che è tra più vecchie del mio ricettario e per questo una delle più preziose e penso anche che nonna Giovanna sarebbe orgogliosa di far conoscere questa sua ricetta.
Ada, PD il 18 luglio 2018